Registro Toscano Malattie Rare

Tu sei qui: Home >Percorso del paziente > Carcinoma anaplastico tiroideo

stampastampa dati statistici

Sezione in fase di aggiornamento per l'adeguamento dei contenuti alla Delibera regionale n.16/2016, Aggiornamento della Rete Regionale per le Malattie Rare e individuazione dei Centri di Competenza Regionale per le Malattie Rare (CCRMR)

Nome

CARCINOMA ANAPLASTICO TIROIDEO

Codice esenzione

Classe

MALATTIE DELLE GHIANDOLE ENDOCRINE,DELLA NUTRIZIONE,DEL METABOLISMO E DISTURBI IMMUNITARI

Definizione

Il tumore anaplasico della tiroide è un tumore raro ma altamente aggressivo. Rappresenta meno del 2% dei carcinomi tiroidei, e può rappresentare l'ultimo stadio differenziativo della tumorigenesi della ghiandola tiroidea. Generalmente colpisce i pazienti più anziani, dalla sesta all'ottava decade di vita.

Struttura di coordinamento

AOU CAREGGI FIRENZE-ENDOCRINOLOGIA
Ambulatori: - Villa Monna Tessa, Viale Pieraccini 17 - SOD Medicina Sessualità e Andrologia, Viale Pieraccini 6
Giorni di apertura: Tutti i martedì, prima visita ore 14.30, Ambulatori Endocrinologici di Villa Monna Tessa, viale Pieraccini 17
Telefono per appuntamento: 055-7949275, 055-7949517

Coordinatore

Prof. MASSIMO MANNELLI

Seconda struttura di coordinamento

I.T.T. AOU CAREGGI FIRENZE-ONCOLOGIA MEDICA 1
Sito web: www.aou-careggi.toscana.it/internet/index.php?option=com_content&task=view&id=225&Itemid=212
AOU Careggi Firenze Largo Brambilla 3, 50134 Firenze FI
Giorni di apertura: dalle h 8.00 alle 14.00 tutti i giorni dal lun al ven
Telefono per appuntamento: 055 7948406- 9176

Secondo Coordinatore

Prof. GIANNI AMUNNI - Referente di Rete Dr.ssa SILVIA GASPERONI

Mostra/Nascondi
Percorso del Paziente
La struttura di coordinamento di rete contribuisce ad assicurare la presa in carico del paziente ed il completamento dell'iter diagnostico, terapeutico e di certificazione.
visualizza ente 1
DIAGNOSI
visualizza ente 2
CONTROLLO
visualizza ente 4
DIAGNOSI
visualizza ente 6
TERAPIA
visualizza ente 8
DIAGNOSI
Mostra/Nascondi
Associazioni Pazienti

Mostra/Nascondi
Link utili
Mostra/Nascondi
Bibliografia

Faglia G Malattie del Sistema Endocrino e del Metabolismo. McGraw Hill, III edizione.

Mostra/Nascondi
Ottenere altre informazioni

Per ottenere maggiori informazioni, o per assistenza telefonare al numero verde regionale gratuito 800 880101, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00. Chiuso il sabato e la domenica.

Mostra/Nascondi
Descrizione clinica

La presentazione clinica più frequente è una massa tiroidea a rapida crescita che invade le strutture circostanti dando origine a sintomi compressivi a carico di esofago e trachea o, qualora venga interessato il nervo laringeo, alterazione del tono della voce. L'ingrandimento dei linfonodi cervicali e le metastasi a distanza sono frequenti. Benché i risultati citologici ottenuti mediante aspirazione con ago sottile possano essere suggestivi per la diagnosi, la biopsia tissutale per studi di immunoistochimica può essere necessaria per escludere un linfoma e per validare le terapie aggressive. I pazienti che sviluppano un cancro anaplastico della tiroide devono essere inviati urgentemente in centri oncologici per pianificare l'approccio terapeutico combinato a seconda del loro stato di salute. Il regime terapeutico combina la chirurgia quando possibile, la radioterapia esterna ed eventualmente la chemioterapia. Trattamenti di questo tipo possono fornire un controllo locale del tumore ma non hanno generalmente impatto sulla sopravvivenza generale nei pazienti con metastasi a distanza. La prognosi è infausta con sopravvivenza di alcuni mesi dopo la diagnosi. Sopravvivenza a lungo termine si osserva in pazienti con malattia all'esordio che presenta un tumore resecabile e che ricevono radioterapia e/o chemioterapia adiuvante. Ricerche terapeutiche studiano strategie differenziative e terapie che mirano ad inibire i recettori dei fattori di crescita e l'angiogenesi neoplastica. La prevenzione primaria di questa malattia può consistere nell'adeguato trattamento precoce di tumori della tiroide differenziati e del gozzo.

Autore della scheda

Prof. Massimo Mannelli, Dott.ssa Benedetta Ragghianti

Ultimo aggiornamento scheda

Thursday 15 May 2014